22 NOVEMBRE 2016 - Convegno "Il sottile confine tra legalità e illegalità"

15045821 1440397389311244 1127203362 nSi è svolto, il 22 novembre 2016, presso l'auditorium dell'I.S.I.S "V.Veneto" di via Labriola (Scampia - Napoli) il convegno "Il sottile confine tra legalità e illegalità.

Nel teatro della scuola, gremito in ogni ordine di posti, alla presenza degli alunni e dei docenti dei tre plessi della scuola, si è dato vita ad un dibattito sul tema della legalità.

Sono intervenuti, insieme alla preside dell’Istituto, Olimpia Pasolini; la presidente della Fondazione Il Meglio di te Onlus, Fulvia Russo; la presidente del Tribunale per i minori di Napoli, Patrizia Esposito; il presidente del Lions Club Napoli Svevo, Paolo Piccolo; il vicepresidente della Cooperativa Sociale Nesis, Luciano Peruzy; la consigliera della Fondazione Il meglio di te – Onlus, Federica Fava Del Piano; il fondatore della Cooperativa “Monelli ai fornelli”, Luca Pipolo. Ha moderato il dibattito il giornalista Yari Siporso.

L'occasione si è rivelata propizia per presentare ai ragazzi dell'istituto, la realtà del carcere di Nisida e l'impegno che la Fondazione Il meglio di te - Onlus e la cooperativa sociale Nesis mettono, in favore dei ragazzi in difficoltà nella città di Napoli.

L'intervento dei relatori, che hanno trattato tematiche relative all'importanza della scuola e della famiglia nella scelta della legalità come valore ispiratore per il proprio futuro, ha emozionato i ragazzi che hanno partecipato con vivo interesse.

Ai giovani alunni di Scampia e di Piscinola è stato anche mostrato un video con le testimonianze degli ospiti del penitenziario dell'isola di Nisida e l'empatia che si è creata ha costituito il sottofondo dell'incontro.

Alcuni dei ragazzi hanno espresso il desiderio di visitare Nisida e la disponibilità della preside dell'istituto Vittorio Veneto e del corpo docente apre alla prospettiva di una collaborazione proficua tra alcuni dei giovani di Scampia e i ragazzi di Nisida. 

Il confronto delle rispettive esperienze ha costituito infatti un volano per un futuro di crescita per tutti e, in questo senso, il convegno ha rappresentato il primo mattone di una strada che si potrà percorrere insieme. 

Parlare di legalità, con gli esempi concreti portati dai relatori (che in diversi campi e in diversi modi operano nel campo della giustizia e del "sociale"), nel quartiere di Scampia, in un contesto troppo spesso identificato con le vicende relative alla criminalità, è servito a sottolineare quanto illusorio sia il richiamo dlel'illegalità e quanto importante sia, invece, il valore dello studio quale strumento di affrancamento dal richiamo dell'illegalità.

L'incontro si è chiuso con un "arrivederci a Nisida" dei ragazzi di Scampia che hanno chiesto, con il permesso della dirigente scolastica, delle autorità della giustizia minorile e della direzione del carcere, di poter andare a visitare l'isola napoletana per conoscere i ragazzi che, nei vari laboratori dell'Istituto Penale Minorile, si impegnano per cancellare gli errori commessi nel passato e scrivere per il libro della propria vita un futuro migliore.

 

 

 

15045821 1440397389311244 1127203362 n

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento . Cliccando sul tasto Agree (Accetta), chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information